Recupero refurtiva e ricerche: perché ricorrere all’agenzia di investigazioni

agenzie investigative
Agenzie investigative: come lavorano e quando contattarle
31 agosto 2016
Show all
recupero refurtiva

Indagini per il recupero della refurtiva: i vantaggi per il cliente

Siete stati vittima di un furto e non sapete come fare per recuperare ciò che vi è stato sottratto? Le indagini dei Carabinieri non hanno ancora portato a niente e volete accorciare i tempi? Ricorrere ad un’agenzia di investigazioni è senza dubbio il modo migliore per dare una svolta alla situazione e aumentare le probabilità di recupero refurtiva.

Ricorrendo ai sevizi di un’agenzia di investigazioni infatti è possibile sia ricostruire l’accaduto in base agli elementi rilevati sulla scena del crimine, ma anche effettuare delle ricerche a titolo privato (ossia senza l’ausilio delle Forze dell’Ordine) che siano finalizzate al recupero refurtiva.

Investigazioni per furto: cosa fare se si hanno dei sospetti

Nel caso si abbiano anche dei sospetti su chi potrebbe essere stato a derubarci, ma non si è in possesso di prove che possano dimostrarne la colpevolezza, l’assistenza di un’agenzia può rivelarsi utilissima. In questo caso infatti gli investigatori possono svolgere ricerche e indagini sui sospettati, ricorrendo anche a pedinamenti a piedi e in auto.

Una volta acquisite le prove che dimostrano la colpevolezza di questi soggetti, sarà sufficiente presentare tutto l’incartamento in sede giudiziale. Gli elementi raccolti da agenzie di investigazioni autorizzate per legge infatti possono rappresentare elementi probatori ed hanno valore legale. È possibile anche fare ricerche tramite un’agenzia di investigazione, ma in collaborazione con le Forze dell’Ordine.

Ricordiamo infine che è assolutamente sconsigliato svolgere indagini autonomamente. Nella maggior parte dei casi infatti i privati cittadini non conoscono bene le normative vigenti in materia di violazione della privacy.

Improvvisandosi investigatori si rischia quindi di commettere degli errori e commettere (spesso in modo involontario) atti che sono perseguibili per legge. In altre parole chi cerca di investigare da solo rischia di non scoprire nulla e allo stesso tempo di incorrere in una denuncia.